timthumb

Carpooling: ok dalla Commissione Trasporti alla proposta di legge

La Commissione Trasporti ha approvato lo scorso ottobre la prima proposta di legge sul carpooling in Italia, un passo rilevante per quanto riguarda la riforma del settore mobilità in ottica intelligente ed ecosostenibile. Lo afferma il deputato del Partito Democratico Paolo Gandolfi, membro della Commissione Trasporti e relatore della legge.

La proposta di legge, approvata all’unanimità dalla Commissione, segna in maniera decisiva l’impegno del Governo in tale direzione e anticipa un trend coerente con la sempre maggiore adesione al carpooling da parte di aziende e dipendenti.Tra i benefici distintivi della proposta di legge, è prevista l’introduzione di un credito d’imposta a favore dei gestori di piattaforme per il carpooling, per aumentare la sicurezza del servizio, dando accesso agli archivi per controllare la validità delle patenti dei propri drivers e le condizioni di viaggio delle auto come la copertura assicurativa e l’adesione ai programmi di revisione dell’auto. Un modo, questo, per garantire a tutti i terzi trasportati un servizio sicuro e rispettoso del Codice della strada.

Il carpooling può essere un perfetto strumento di welfare aziendale, contribuendo in maniera decisiva a migliorare le condizioni economiche dei pendolari di un’azienda. Infatti, potendo condividere il tragitto casa-lavoro insieme ad un proprio collega, chi ne fa uso riesce a contenere le spese e a raccogliere gli incentivi che l’azienda decide di destinare al sostegno della mobilità dei propri dipendenti, generando un concreto beneficio economico in termini di incremento della capacità di spesa per il dipendente da utilizzare convertendola in altri flexible benefit o in vantaggi monetari diretti.

Fonte: FERPRESS