header-news-telelavoro

Emanata dal Presidente del Consiglio la direttiva sul lavoro agile

Emanata la direttiva contenente le linee guida per l’attuazione del telelavoro e dello smart working nelle amministrazioni pubbliche

 

Facendo seguito alla legge n° 124 del 7 agosto 2015, che ha introdotto nuove misure per la promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha emanato una direttiva che fornisce indirizzi per l’attuazione delle disposizioni contenute in tale legge:

  • fissare obiettivi annuali per l’attuazione del telelavoro;
  • sperimentare nuove modalità spazio-temporali di svolgimento della prestazione lavorativa, il cosiddetto lavoro agile o smart working.

L’obiettivo della legge è raggiungere una quota di dipendenti pari almeno al 10%, ove ci sia richiesta, che si avvalga delle nuove modalità di svolgimento della prestazione lavorativa senza subire penalizzazioni ai fini del riconoscimento di professionalità e della progressione di carriera.

A tale scopo sono state definite, in collaborazione con alcune amministrazioni, le linee guida contenute nella direttiva. Il percorso condiviso proseguirà anche durante l’attuazione delle disposizioni, attraverso le attività di monitoraggio definite nelle stesse linee guida.

CONSULTA LA DIRETTIVA