Ficarra & Picone – PENSIERI & PEDALI 2015

MOTIVAZIONE:

La Sicilia è certamente la regione del Sud che più ama la bicicletta.

E’ l’unica regione del Sud dove sono nate gloriose  case produttrici ed anche quella dove sono nati importanti campioni tra i quali Vincenzo Nibali, vincitore  della Vuelta 2010, del Giro 2013 e del Tour 2014.

Non bisogna poi dimenticare film, romanzi e racconti in cui la bici è protagonista tra cui “Una corsa verso la libertà” di Andrea Camilleri.

Anche nell’ultimo film, guarda caso, di due autori siciliani, la bici è protagonista.

Stiamo parlando di “Andiamo a quel paese” (2014)  di  Salvo Ficarra e Valentino Picone in cui i due registi e comici siciliani non hanno saputo resistere al fascino di una bici “Made in Italy” o meglio “Made in Sicily” .

Del resto una “certa sensibilità” ai temi della mobilità urbana, seguaci forse del loro illustre collega Benigni (“la piaga di Palermo è il traffico”) , l’avevano già dimostrata nel precedente film “Il 7 e l’8” (2006)  in cui il personaggio di Ficarra rubava serialmente cartelli stradali ….. anticipando genialmente “buone pratiche” poi diffuse in Olanda e Germania che vedono nell’eliminazione della segnaletica stradale un’incentivazione alla moderazione della velocità e quindi alla diminuzione degli incidenti.

Più in generale, i due bravissimi comici hanno saputo creare una comicità siciliana contemporanea, ben lontana dall’immobilismo delle eterne macchiette a base di coppole e fichi d’India e molto più aderente alla realtà delle giovani generazioni, non solo siciliane. A suo modo, anche questa, una forma di mobilità intelligente, fuori dagli stereotipi e dai luoghi comuni.

Per questa loro attenzione alle tematiche della mobilità urbana e ciclistica in particolare decretiamo quindi Salvo Ficarra e Valentino Picone , vincitori del Premio “Pensieri & Pedali 2015” .

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.