Firmato il decreto sui Mobility Manager

Il Ministro della Transizione  Ecologica Roberto Cingolani con il Ministro dei Trasporti  e delle Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini, hanno firmato il nuovo decreto che definisce le modalità attuative di quanto previsto dal Decreto Rilancio convertito in Legge 77 il 17 luglio dello scorso anno, e cioè l’obbligo imposto a tutte le imprese e amministrazioni pubbliche con oltre 100 dipendenti, comprese quelle scolastiche, di istituire la figura del Mobility Manager e redigere il Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro.

Questo decreto permetterà di ampliare l’attuale rete di Mobility Manager presenti nelle città italiane con oltre 50.000 abitanti, con il comune obiettivo di sviluppare soluzioni logistiche sostenibili ed efficienti che incentivino la diffusione, nelle abitudini e nei comportamenti dei cittadini e dei lavoratori, di una nuova cultura della mobilità che porti ad adottare scelte alternative all’auto privata, favorendo la diffusione di modelli sostenibili e a basso impatto ambientale.

Tra i diversi compiti associati ai mobility manager, dall’arrivo del COVID-19 con le relative restrizioni, vi è anche l’introduzione del lavoro agile tra i dipendenti. Euromobility si auspica però che, al termine dell’emergenza sanitaria, il Mobility Manager non si limiti a questi interventi seppure di estrema importanza, ma contribuisca all’affermazione di una cultura della mobilità veramente sostenibile.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.